Casa nuova o usata?

Una domanda che spesso ci poniamo se siamo in procinto di acquistare casa. E ad influire sulla risposta, oltre al prezzo, ci sono altri aspetti da considerare, i “pro” e i “contro” e in ultimo, ma non di minor importanza, le nostre esigenze.

In questo articolo troverai indicati i principali fattori positivi e negativi che potrebbero influire sulla scelta della casa da acquistare e alcune soluzioni che (forse) non hai ancora considerato. Buona lettura…

Ubicazione

Uno dei principali fattori che possono influire sulla scelta è quello dell’ubicazione, o meglio del dove si vuole andare a vivere: se in centro città o in zone più periferiche. Ovviamente le case esistenti si trovano nelle zone più centrali, più frequentate e anche più rumorose, mentre le case di nuova costruzione si sviluppano maggiormente nelle zone periferiche. È bene inoltre tenere presente che il prezzo di un immobile di seconda mano in centro città potrebbe uguagliare quello di un immobile di nuova costruzione in periferia. Il consiglio in questo caso è quello di analizzare attentamente le esigenze sulla base del budget che si ha a disposizione. 

Ambienti interni

Se abbiamo un’immagine chiara della nostra casa, di come saranno i suoi interni, degli arredi che caratterizzeranno gli spazi, sicuramente una casa di nuova costruzione è quella che fa al caso nostro. Acquistare una casa nuova su “carta” quindi in fase di realizzazione, potrebbe essere un vantaggio per poter definire gli ambienti a seconda delle nostre esigenze, con qualche variante in corso d’opera di alcuni tramezzi, nei limiti concessi dal progetto esecutivo. Attenzione però a bagni finestre! Spostare gli scarichi o le aperture in facciata risulta un’operazione più difficile da eseguire. Affidarsi ad un architetto potrebbe essere la migliore soluzione per poter sfruttare la flessibilità di una casa in corso di costruzione.

Anche un immobile di seconda mano può però rispondere all’immagine che abbiamo degli spazi interni della nostra casa. Ci vorrà un pò più di tempo per trovare la casa che la rifletterà appieno, ma per fortuna c’è una soluzione più veloce, ovvero quella di ristrutturare e modificare, nei limiti del possibile, gli ambienti interni di una casa usata. Anche in questo caso l’architetto di fiducia verrà in vostro aiuto.

Stato e prezzo

Rappresentano i fattori principali che determinano la nostra scelta, spesso alla fine è il prezzo a fare la differenza. Mentre per un immobile di nuova costruzione lo “stato” è un fattore poco influente, essendo che i materiali e le rifiniture sono nuove, per un immobile di seconda mano lo “stato di fatto” potrebbe influire sulla scelta. E inoltre bisogna considerare che un immobile di seconda mano subirà più velocemente l’inevitabile deterioramento dei suoi materiali, quindi gli eventuali lavori di manutenzione. Oltre a questo occorre considerare i lavori di ristrutturazione (anche minima) che si andranno a realizzare sull’immobile di seconda mano. E quindi ulteriori spese da mettere a budget. 

Il prezzo dell’immobile e il suo stato sono fattori legati tra loro: infatti immobili di nuova costruzione hanno solitamente prezzi più alti di immobili di seconda mano. Anche se la scelta vantaggiosa potrebbe rivelarsi quella di acquistare un immobile di seconda mano e ristrutturarlo sfruttando le detrazioni fiscali offerte dallo Stato (puoi leggere qui le informazioni più recenti su Ecobonus 2020).

Spese di utilizzo

Oltre a quelle di acquisto, potrebbero influire sula nostra scelta le spese di utilizzo dell’immobile. Una casa di nuova costruzione avrà sicuramente una classe energetica più elevata e di conseguenza le spese per riscaldamento o climatizzazione, fornitura elettrica sono inferiori a quelle di un immobile usato. 

Facilità di acquisto

Qualora si voglia acquistare casa avvalendosi di un mutuo, solitamente è più facile ottenerlo per un immobile di nuova costruzione. Ciò non significa che per gli immobili di seconda mano non è possibile richiederlo o ottenerlo, anzi! Se si possiede un budget non troppo elevato la soluzione migliore per acquistare un immobile (che sia nuovo o usato) è quello di richiedere un mutuo. 

Ma c’è un’alternativa che risulta essere ancora più conveniente: acquistare l’immobile all’asta, ovviamente valido solo per immobili di seconda mano. È possibile risparmiare fino al 40% sul prezzo di mercato. Una soluzione vantaggiosa che vale la pena valutare se si cerca un buon affare.
Se vuoi saperne di più sull’acquisto all’asta, ti consiglio di leggere Perché una casa viene messa all’asta.