Comprare casa in città: consigli per scegliere la zona migliore

Se vuoi acquistare casa in città il primo passo da compiere è quello di individuare esigenze e necessità al fine di scegliere il quartiere più adatto a te.

Devi sapere che i prezzi degli immobili potrebbero variare (e di molto) anche in base alle zone in cui solo collocati: basta spostarsi di un isolato per avere una variazione di prezzo al mq anche di € 1.000, a parità di caratteristiche dell’immobile. In questo articolo troverai elencati i principali fattori da considerare nella fase di scelta della zona che più risponde alle tue esigenze e le valutazioni utili da fare prima di acquistare l’immobile. Buona lettura!

Gli 8 fattori per le tue valutazioni

  1. Tranquillità della zona
    Ogni quartiere ha la sua “vitalità” legata alla presenza o meno di locali e attività. È bene considerare questo fattore in relazione al proprio stile di vita e scegliere le zone che più lo favoriscono. 
  2. Vicinanza ai mezzi urbani
    Soprattutto in città, i mezzi urbani sono indispensabili per spostarsi e raggiungere le mete preferite, sopratutto se sono si possiede un auto o una moto. La vicinanza dell’immobile alla fermata del tram o della metro, oltre ad essere un fattore per la scelta, potrebbe influire sul valore dell’immobile stesso.
  3. Presenza di aree di parcheggio
    Nel caso in cui si possiede già un auto, è importante che la zona in cui andremo ad abitare abbia nelle vicinanze un’area di parcheggio o la possibilità di lasciare l’auto senza correre rischi. Per chi preferisce un box auto, la soluzione è quella di valutare la presenza di garage in vendita o in locazione nella stessa zona o in quelle limitrofe.
  4. Vicinanza ai servizi di quartiere
    È uno dei fattori più importanti da considerare quando si decide di acquistare casa. Nei servizi di quartieri rientrano i supermercati, l’ufficio postale, lo sportello bancario, il tabacchi e gli edifici religiosi…quelle attività necessarie per la vita di tutti i giorni.
  5. Vicinanza alle scuole e centri diurni
    Altro fattore importante soprattutto per chi ha già famiglia o chi vorrebbe costruirla. Oltre alla vicinanza degli edifici per l’istruzione è opportuno valutare la presenza di altri servizi, come parchi attrezzati per il gioco, centri diurni o centri ricreativi, non solo per i bambini ma anche per gli anziani. 
  6. Vicinanza ad aree verdi
    Avere il parco vicino casa dove poter fare attività fisica, leggere un buon libro, o semplicemente staccare dalla routine è un fattore che potrebbe avere una certa influenza sulla scelta della zona in cui vivere. 
  7. Progetti di sviluppo per la zona interessata
    Soprattutto in città, i programmi di sviluppo urbano per riqualificare zone meno apprezzate sono sempre presenti. È importante quindi dare un’occhiata ai progetti che il Piano Governatore del Comune prevede per la zona di nostro interesse. Avere lo scenario futuro di come sarà il nostro quartiere tra 10 o 20 anni è un utile strumento di valutazione.
  8. Prezzo al mq
    In città è risaputo che i prezzi sono più alti, ma una ricerca attenta e basata su valutazioni che considerano i precedenti fattori potrebbe aggirare il problema. Ad influire sul prezzo sono in primis le caratteristiche dell’immobile (metratura, piano, stato di manutenzione, servizi accessori) alle quali si aggiunge la zona in cui l’immobile è situato: in centro storico a Milano un bilocale risulterà sempre più costoso di un bilocale sito in zone periferiche, anche se da ristrutturare da cima a fondo.

    Ma se desideri avere un appartamento in zone più tranquille e ben collegate con il centro città, fornite di tutti i servizi, una soluzione per spendere meno potrebbe essere quella di valutare l’acquisto all’asta. Un metodo alternativo che permette di ottenere un buon risparmio senza fare a meno delle caratteristiche ricercate. Se vuoi conoscere gli immobili all’asta della città in cui vorresti andare a vivere, dai un’occhiata alla sezione Immobili.