Mutuo 100% per acquistare casa all’asta

Quella del mutuo è la soluzione che almeno una volta nella vita abbiamo considerato per l’acquisto della casa dei nostri sogni. Quando si tratta di mutui, ci mettiamo alla ricerca del tasso più vantaggioso, ma in realtà  il contratto di mutuo può essere sottoscritto anche nel caso di acquisto di un’immobile all’asta…

Ebbene si, ad un risparmio di circa il 30% si aggiunge la possibilità di richiedere un mutuo fino alla copertura del 100% del valore d’acquisto…una soluzione da non sottovalutare soprattutto se quello che si sta cercando è un ottimo affare. Nell’articolo che segue troverai indicate le caratteristiche, le modalità e condizioni di richiesta di mutuo per acquistare la tua casa all’asta. Buona lettura!

Caratteristiche e condizioni per l’ottenimento

Il mutuo per la casa all’asta ha caratteristiche simili ad un mutuo classico: si definisce un piano di ammortamento, si stabiliscono periodicità e ammontare delle rate, e tasso degli interessi (fisso, variabile, misto).

L’aggiudicatario di un’asta può richiedere un mutuo che copra totalmente il prezzo di aggiudicazione a condizione che rientri nell’80% del valore della perizia del Tribunale per la casa messa all’asta. Il mutuo al 100% è quindi ottenibile se esplicitamente richiesto oppure se, a seguito di più aste, vi è stata una diminuzione del prezzo di aggiudicazione tale da poter essere saldato anche con un mutuo di importo inferiore.

Per ottenere un mutuo al 100% sono tuttavia necessarie solide garanzie, come un reddito tale da permettere di saldare la rata, una garanzia fideiussoria, un’ assicurazione per la perdita del lavoro.

Come richiederlo

È bene sapere che per poter ottenere un mutuo ed acquistare all’asta occorre valutare attentamente i tempi di entrambe le procedure, in quanto la stipula del mutuo e il decreto di trasferimento che stabilisce il passaggio di proprietà dell’immobile all’aggiudicatario (per saperne di più leggi Asta con e senza incanto: di cosa si tratta?) devono avvenire contestualmente. Tutto ciò è regolato da una specifica convenzione stipulata tra i Tribunali e le banche che erogano mutui per gli immobili all’asta.  Anche se esiste una procedura specifica è necessario chiedere alla Banca di avviare l’istruttoria preliminare a favore del potenziale aggiudicatario dell’immobile, prima che quest’ultimo venga giudicato, per valutare la presenza dei requisiti per l’erogazione del mutuo, anche al 100%.

Il mutuo viene quindi erogato solo in caso di aggiudicazione dell’immobile ed entro 60 giorni dalla stessa data. Viene versato al Tribunale con l’aggiunta delle spese ed oneri del procedimento. A quel punto il giudice firmerà il decreto di trasferimento. Se l’immobile non viene aggiudicato, il preliminare di mutuo non ha effetti.

I documenti da presentare

La procedura di richiesta di mutuo per l’acquisto all’asta è simile a quella di un mutuo tradizionale, fatta eccezione per la documentazione aggiuntiva da presentare legata alle implicazioni giudiziarie: occorre infatti presentare insieme alla documentazione classica anche quella relativa alla partecipazione all’asta in oggetto.

Per evitare errori ed operare in sicurezza, in quanto la richiesta di mutuo potrebbe rivelarsi un’operazione burocratica molto delicata, è bene richiedere il supporto di un consulente finanziario che sia in grado di fornire una strategia tale da permettere l’ottenimento nei tempi giusti, e soprattutto che abbia esperienza nelle procedure delle aste immobiliari per la predisposizione di tutta la documentazione.